Contratto au pair: cosa includere e modelli per Paese

(può anche essere trovato con parole chiave Lettera d'invito, Contratto, Accordo au pair e Modelli di contratto)

Il contratto au pair è uno dei documenti più importanti del soggiorno au pair. Contiene tutti gli accordi presi tra au pair e famiglie ospitanti per quanto riguarda i compiti, gli orari di lavoro, la paghetta e il tempo libero. Serve per tutelare entrambe le parti ed evitare malintesi.

Una ragazza firma un contratto

Quali informazioni deve includere il contratto au pair?

Nella prima parte del contratto vanno definite le condizioni generali del soggiorno:

Nella seconda parte vanno indicate le responsabilità della famiglia, tra cui:

Nella terza parte vanno indicate le responsabilità dell'au pair, tra cui:

Alla fine, troverete una sezione con informazioni sul periodo di preavviso in caso di risoluzione anticipata del contratto au pair e uno spazio per indicare eventuali accordi aggiuntivi.

Chi deve preparare il contratto au pair?

Il contratto au pair viene solitamente redatto dalla famiglia ospitante. L'au pair e la famiglia dovrebbero discutere e concordare in anticipo i vari aspetti contrattuali (paghetta, compiti, orari, ecc.). Successivamente, la famiglia si occuperà di mettere per iscritto gli accordi presi nel contratto. L'au pair dovrà poi controllare il contratto per dare il suo consenso. A questo punto, la famiglia potrà stampare il contratto, firmarlo e inviarlo all'au pair per la firma. Dopo aver firmato il contratto, l'au pair potrà richiedere il visto e iniziare a organizzare il viaggio.

In nessun caso, un au pair dovrebbe iniziare a lavorare senza un contratto au pair. Se una famiglia ospitante ti propone di iniziare il soggiorno au pair senza contratto, avvisaci.

Quando bisogna redigere il contratto au pair?

Consigliamo di redigere e firmare il contratto au pair prima dell'inizio del soggiorno. In questo modo, sia l'au pair che la famiglia ospitante potranno discutere più liberamente i vari aspetti del contratto e rifiutare se le aspettative della famiglia non sono in linea con quelle dell'au pair e viceversa.

Esiste un contratto au pair ufficiale?

In alcuni Paesi, come Germania, Francia o Belgio, esistono contratti au pair ufficiali, che sono anche quelli da usare. Nei Paesi in cui non esiste un contratto au pair ufficiale, come in Italia, si può usare il modello europeo del contratto au pair, che è comunemente accettato.

Qui le famiglie potranno scaricare i contratti. Per aprirli sarà necessario avere il programma gratuito Adobe Reader.

Informazioni sui contratti au pair per Paese

Informazioni per Paese Esiste un contratto au pair ufficiale?
Australia: contratto au pair No, è possibile usare il modello europeo di contratto au pair.
Austria: contratto au pair Sì, soltanto il contratto in tedesco è accettato.
Belgio: contratto au pair Sì. Esistono contratti differenti in base alla regione (Bruxelles, Fiandre o Vallonia).
Canada: contratto au pair No, è possibile usare il modello europeo di contratto au pair.
Danimarca: contratto au pair Sì, il contratto fa parte del permesso di soggiorno.
Finlandia: contratto au pair No, è possibile usare il modello europeo di contratto.
Francia: contratto au pair Sì, ci sono modelli diversi per gli au pair dell'UE e da fuori l'UE.
Germania: contratto au pair Sì. Inoltre, gli au pair provenienti da un Paese extra UE hanno bisogno di una lettera d'invito.
Giappone: contratto au pair No, è possibile usare il modello europeo di contratto.
Inghilterra (Regno Unito): contratto au pair No, è possibile usare il modello europeo di contratto au pair.
Irlanda: contratto au pair No, è possibile usare il modello europeo di contratto au pair.
Islanda: contratto au pair Sì, può essere scaricato dal sito ufficiale per l'immigrazione.
Italia: contratto au pair No, è possibile usare il modello europeo di contratto au pair in italiano.
Liechtenstein: contratto au pair Sì, è stato redatto un contratto ufficiale.
Lussemburgo: contratto au pair Sì, esiste un contratto ufficiale.
Norvegia: contratto au pair Sì, il contratto ufficiale è richiesto per poter proseguire con le altre procedure.
Nuova Zelanda: contratto au pair No, è possibile usare il modello europeo di contratto.
Paesi Bassi: contratto au pair Sì, il contratto è redatto attraverso l'agenzia ufficiale con cui si organizza il soggiorno.
Spagna: contratto au pair No, è possibile usare il modello europeo di contratto au pair in spagnolo.
Stati Uniti (USA): contratto au pair Sì, il contratto è preparato da agenzie ufficiali.
Svezia: contratto au pair No, è possibile usare il modello europeo di contratto.
Svizzera: contratto au pair Sì. L'agenzia del lavoro di ogni cantone ha un proprio contratto au pair ufficiale.

Modelli di contratto per altri Paesi

Se sei un au pair o una famiglia in un altro Paese, puoi comunque usare e adattare alle tue esigenze il modello europeo di contratto au pair

Maggiori informazioni