5 consigli se ora non puoi viaggiare

Ti piacerebbe diventare au pair, ma adesso non puoi viaggiare a causa delle restrizioni in vigore per il Coronavirus? Scopri i nostri 5 consigli per rendere l'attesa più dolce e produttiva!

5 Consigli in attesa
, in Coronavirus

In seguito alla chiusura di aeroporti e frontiere, moltissimi giovani non possono viaggiare e diventare au pair all'estero.

Ricorda però che, come dice il proverbio, la pazienza è la virtù dei forti! Per rendere l'attesa più lieve e produttiva, abbiamo stilato una lista con 5 consigli per te:

1. Controlla regolarmente le restrizioni in vigore nel Paese di destinazione

Le restrizioni di viaggio di ciascun Paese cambiano costantemente. Ti consigliamo di verificare tali informazioni con regolarità presso l'ambasciata del Paese di destinazione. Se vuoi viaggiare in Europa, il sito Re-open EU mette a disposizione ogni giorno informazioni aggiornate. Ad ogni modo, non impegnarti con una famiglia se adesso non puoi viaggiare.

2. Cambia la data d'inizio del soggiorno nel tuo profilo

Detto questo, anche se non puoi viaggiare ora, potrai farlo più avanti. È meglio quindi posporre il tuo soggiorno au pair, magari per dicembre 2020 o gennaio 2021, quando saranno disponibili maggiori informazioni sul Coronavirus, sulle condizioni di viaggio etc. e potrai pianificare tutto più tranquillamente. Non aspettare oltre e cambia ora stesso la data d'inizio del soggiorno nel tuo profilo.

3. Continua a migliorare la lingua del Paese ospitante

Posticipare un soggiorno au pair significa anche avere più tempo per migliorare una lingua straniera. In questo modo, inizierai la tua esperienza au pair con il piede giusto e renderai il tuo profilo più attraente agli occhi delle famiglie ospitanti. Potresti cercare nel frattempo una scuola di lingue nel tuo Paese o scoprire in un video come apprendere una lingua da casa.

4. Continua a fare esperienza come babysitter

Le lingue non solo l'unico aspetto importante di un soggiorno au pair. È fondamentale anche fare esperienza con i bambini. Occupati dei bambini di vicini, conoscenti etc. per acquisire esperienza e gestire al meglio il tuo soggiorno au pair. Inoltre, più esperienza fai con i bambini, più possibilità avrai di essere scelto dalle famiglie.

5. Lasciati ispirare dalle esperienze altrui

Fare confronti è sempre brutto e ogni esperienza è a sé. Le esperienze altrui però possono anche insegnare tanto. Non perderti i video dell'esperienza di Francesca in Svezia o di Marianna alle Canarie.

Come vedi, tutto accade per una ragione! Approfitta di questi mesi in cui non puoi viaggiare per prepararti al massimo alla tua futura avventura au pair. 

E se non hai ancora un profilo, il primo passo da fare è senza dubbio registrarti come au pair! Fallo adesso: è gratis!