Procedure d'ingresso per au pair in Lussemburgo

Che documenti sono necessari per il soggiorno alla pari in Lussemburgo? Di quale visto hanno bisogno gli au pair? Qui troverete informazioni dettagliate sul visto e le procedure d'ingresso.

Ragazza con valigia in aeroporto

Le disposizioni sono diverse per cittadini UE/EFTA ed extra UE. 

Stati dell'UE/EFTA

UE: Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Regno Unito, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia e Ungheria

EFTA: Stati dell'UE + l'Islanda, il Liechtenstein, la Norvegia e la Svizzera

Stati extra UE

Cittadini provenienti da tutti gli altri paesi

  • Au pair provenienti da uno stato UE/EFTA

    Fase 1: Verificare la validità della carta d'identità o del passaporto dell'au pair

    Come cittadino di un paese UE, l'au pair avrà bisogno solo della carta d'identità o del passaporto per entrare in Lussemburgo. È necessario assicurarsi che i documenti siano in corso di validità. Infatti il rilascio della carta d'identità o del passaporto può richiedere diverse settimane. Consigliamo quindi di richiedere l'eventuale rinnovo dei documenti con un certo anticipo.

    Fase 2: Firmare il contratto

    Per prima cosa l'au pair deve chiarire con la famiglia ospitante i termini del contratto. In esso dovranno essere indicate tutte le condizioni riguardanti il soggiorno alla pari (durata, orari di lavoro, giorni di ferie, condizioni di alloggio, corso di lingua, paghetta, ecc.). Il contratto dovrà inoltre includere la clausola che ne limita la validità all'accettazione della domanda di approvazione come au pair da parte dell'au pair e della domanda di autorizzazione come famiglia ospitante da parte della famiglia.

    Fase 3: Preparazione della domanda di approvazione come au pair e della domanda di autorizzazione come famiglia ospitante

    Anche se l'au pair viene da uno Stato membro dell'UE per partire come au pair in Lussemburgo avrà bisogno di ottenere l'approvazione come collocato alla pari da parte del Ministero della Pubblica Istruzione.
    Per ottenerla dovrà compilare il modulo disponibile online e allegare i documenti richiesti. Firmando la domanda l'au pair si impegna a partecipare all'incontro informativo obbligatorio organizzato al suo arrivo dal Servizio nazionale della gioventù (Service National de la Jeunesse – SNJ). La sua iscrizione alla sessione informativa dovrà essere trasmessa tramite mail al massimo 2 giorni prima della stessa. Iscrivendosi, l'au pair si impegna anche a frequentare un corso di lingua o di cultura e civilizzazione durante la sua permanenza che sarà pagato dalla famiglia e infine a non esercitare alcuna attività lavorativa dipendente o indipendente durante l'intera durata del suo soggiorno in Lussemburgo.

    Per diventare famiglia ospitante dovrete ottenere un'autorizzazione come famiglia ospitante dal Servizio nazionale della gioventù (SNJ). A tale scopo dovrete preparare un fascicolo che includa l'apposito modulo disponibile online e i seguenti documenti:

    • un certificato dello stato di famiglia emesso negli ultimi 3 mesi,
    • un certificato penale emesso negli ultimi 3 mesi per ogni membro maggiorenne della famiglia,
    • copia di documenti attestanti l'iscrizione all'asilo o ad altra struttura analoga per ogni figlio al di sotto dei 6 anni. 

    Fase 4: L'au pair invia i documenti alla famiglia

    Allo scopo di velocizzare le tempistiche della domanda, è vivamente consigliato che sia la famiglia a presentare il fascicolo al Servizio nazionale della gioventù (SNJ). Invia alla famiglia 3 copie firmate del contratto di collocamento alla pari e allega i seguenti documenti, necessari per ottenere l'approvazione come au pair:

    • il modulo d'approvazione debitamente compilato,
    • copia di un diploma che certifichi che nel tuo paese hai accesso all'istruzione universitaria oppure che sei andato a scuola almeno fino all'età di 17 anni,
    • un certificato medico emesso negli ultimi 3 mesi che attesti che il tuo stato di salute ti permette di occuparti dei bambini e di svolgere piccole attività domestiche,
    • una copia della tua carta d'identità o passaporto.

    Fase 5: Convalida del fascicolo da parte dell'SNJ

    La famiglia ospitante firmerà a sua volta le 3 copie del contratto e presenterà all'SNJ un fascicolo contenente il contratto, la domanda di approvazione come au pair con tutti i documenti che l'au pair avrà inviato alla famiglia, la domanda di autorizzazione come famiglia ospitante e gli altri documenti richiesti.
    Quando il fascicolo sarà stato approvato, l'SNJ invierà alla famiglia due copie del contratto, l'approvazione come au pair e l'autorizzazione della famiglia firmate dal Ministero della Pubblica Istruzione. La famiglia invierà all'au pair una copia del contratto e l'approvazione come collocato alla pari.

    Fase 6: Registrazione dell'au pair al CCSS (da parte della famiglia ospitante)

    Per stipulare una polizza assicurativa che copra l'au pair per i rischi di malattia e infortuni durante il suo soggiorno in Lussemburgo, la famiglia dovrà iscriverlo al CCSS (Centre commun de la Sécurité sociale). Per farlo dovrà compilare la dichiarazione d'ingresso. Il CCSS invierà quindi alla famiglia un certificato di iscrizione alla cassa mutua che dovrà essere trasmesso all'SNJ entro un mese dall'ingresso dell'au pair in Lussemburgo.
    Dal momento che la paghetta dell'au pair non è assimilabile a un vero stipendio, i contributi per l'iscrizione al Servizio sanitario saranno integralmente a carico della famiglia ospitante.

     

  • Au pair provenienti da uno stato extra UE

    Fase 1: Verificare la validità del passaporto dell'au pair

    Come cittadino di uno stato extra UE, l'au pair avrà bisogno del passaporto per entrare in Lussemburgo. È necessario assicurarsi che questo documento sia in corso di validità. Se l'au pair non ha ancora un passaporto valido, il nostro consiglio è quello di richiederlo prima possibile. È necessario ricordare che il passaporto dell'au pair dovrà essere in corso di validità per tutta la durata del suo soggiorno in Lussemburgo.

    Fase 2: Firmare il contratto

    Per prima cosa l'au pair deve chiarire con la famiglia ospitante i termini del contratto. In esso dovranno essere indicate tutte le condizioni riguardanti il soggiorno alla pari (durata, orari di lavoro, giorni di ferie, condizioni di alloggio, corso di lingua, paghetta, ecc.). Il contratto dovrà inoltre includere la clausola che ne limita la validità all'accettazione della domanda di approvazione come au pair da parte dell'au pair e della domanda di autorizzazione come famiglia ospitante da parte della famiglia.

    Fase 3: Preparazione della domanda di approvazione come au pair e della domanda di autorizzazione come famiglia ospitante

    Per partire in Lussemburgo come au pair è obbligatorio per quest'ultimo di ottenere l'approvazione come collocato alla pari da parte del Ministero della Pubblica Istruzione.
    Per ottenerla dovrà compilare il modulo disponibile online e allegare i documenti richiesti. Firmando la domanda l'au pair si impegna a partecipare all'incontro informativo obbligatorio organizzato al suo arrivo dal Servizio nazionale della gioventù (Service National de la Jeunesse – SNJ). La sua iscrizione alla sessione informativa dovrà essere trasmessa tramite mail al massimo 2 giorni prima della stessa. Iscrivendosi, l'au pair si impegna anche a frequentare un corso di lingua o di cultura e civilizzazione durante la sua permanenza che sarà pagato dalla famiglia e infine a non esercitare alcuna attività lavorativa dipendente o indipendente durante l'intera durata del suo soggiorno in Lussemburgo.

    Per diventare famiglia ospitante dovrete ottenere un'autorizzazione come famiglia ospitante dal Servizio nazionale della gioventù (SNJ). A tale scopo dovrete preparare un fascicolo che includa l'apposito modulo disponibile online e i seguenti documenti:

    • un certificato dello stato di famiglia emesso negli ultimi 3 mesi,
    • un certificato penale emesso negli ultimi 3 mesi per ogni membro maggiorenne della famiglia,
    • copia di documenti attestanti l'iscrizione all'asilo o ad altra struttura analoga per ogni figlio al di sotto dei 6 anni. 

    Fase 4: L'au pair invia i documenti alla famiglia

    Allo scopo di velocizzare le tempistiche della domanda, è vivamente consigliato che sia la famiglia a presentare il fascicolo al Servizio nazionale della gioventù (SNJ). Invia alla famiglia 3 copie firmate del contratto di collocamento alla pari e allega i seguenti documenti, necessari per ottenere l'approvazione come au pair:

    • il modulo d'approvazione debitamente compilato,
    • copia di un diploma che certifichi che nel tuo paese hai accesso all'istruzione universitaria oppure che sei andato a scuola almeno fino all'età di 17 anni,
    • un certificato medico emesso negli ultimi 3 mesi che attesti che il tuo stato di salute ti permette di occuparti dei bambini e di svolgere piccole attività domestiche,
    • una copia della tua carta d'identità o passaporto.

    Fase 5: Convalida del fascicolo da parte dell'SNJ

    La famiglia ospitante firmerà a sua volta le 3 copie del contratto e presenterà all'SNJ un fascicolo contenente il contratto, la domanda di approvazione come au pair con tutti i documenti che l'au pair avrà inviato alla famiglia, la domanda di autorizzazione come famiglia ospitante e gli altri documenti richiesti.
    Quando il fascicolo sarà stato approvato, l'SNJ invierà alla famiglia due copie del contratto, l'approvazione come au pair e l'autorizzazione della famiglia firmate dal Ministero della Pubblica Istruzione. La famiglia invierà all'au pair una copia del contratto e l'approvazione come collocato alla pari.

    Fase 6: L'au pair richiede un'autorizzazione di soggiorno temporaneo

    Dal suo paese di origine l'au pair dovrà presentare una domanda di autorizzazione di soggiorno temporaneo alla Direzione dell'Immigrazione. Oltre al modulo dovrà allegare i seguenti documenti:

    • una copia del suo passaporto,
    • un certificato di nascita,
    • un certificato penale,
    • l'approvazione come collocato alla pari.

    Tutti i documenti devono essere presentati in originale o copia autenticata. Inoltre l'au pair dovrà provvedere a fare tradurre i documenti da un traduttore giurato nel caso in cui non siano in francese, tedesco o inglese. L'au pair riceverà per posta la sua autorizzazione di soggiorno che sarà valida per 90 giorni.

    Fase 7: Richiesta del visto

    Se l'au pair è sottoposto all'obbligo di visto e desidera soggiornare in Lussemburgo per più di tre mesi, dovrà richiedere un visto di tipo D dal suo paese d'origine recandosi presso la rappresenza diplomatica o consolare del Lussemburgo oppure, in mancanza di questa, presso quella del paese che rappresenta il Lussemburgo in materia di rilascio dei visti (Belgio o Paesi Bassi). Il visto avrà una validità massima di 3 mesi e sarà apposto sul passaporto dell'au pair in forma di vignetta.
    Nel caso in cui la durata del suo soggiorno in Lussemburgo non superi i tre mesi dovrà invece richiedere un visto per un soggiorno di breve durata (tipo C).

    Fase 8: Presentare la dichiarazione di arrivo

    Entro 3 giorni dal suo arrivo in Lussemburgo l'au pair dovrà presentarsi presso il comune di residenza della sua famiglia ospitante e depositare una dichiarazione di arrivo. L'au pair dovrà portare con sé:

    • il suo passaporto,
    • l'autorizzazione di soggiorno temporaneo,
    • il contatto di collocamento alla pari che gli servirà per dimostrare l'indirizzo,
    • l'approvazione come collocato alla pari.

    Il comune rilascerà all'au pair una copia della sua dichiarazione di arrivo.

    Fase 9: Controllo medico

    Prima di presentare domanda di permesso di soggiorno l'au pair dovrà sottoporsi a una visita medica presso un medico residente in Lussemburgo. I costi relativi alla visita non saranno rimborsati dal Servizio sanitario. Dopo di che l'au pair dovrà fare un test di screening della tubercolosi presso la Lega medico-sociale (LMS).
    I risultati delle analisi saranno inviati direttamente al Servizio medico dell'Immigrazione (SMI) che produrrà un certificato medico. Questo sarà trasmesso alla Direzione dell'Immigrazione, incaricata di valutare le domande di rilascio di permesso di soggiorno.

    Fase 10: Richiesta del permesso di soggiorno

    Entro 3 mesi dal suo arrivo in Lussemburgo l'au pair dovrà presentare una domanda di permesso di soggiorno presso la Direzione dell'Immigrazione. Dovrà allegare alla domanda i documenti seguenti:

    • una copia del suo passaporto,
    • una copia dell'autorizzazione di soggiorno,
    • una copia della suo dichiarazione di arrivo,
    • una prova di avvenuto pagamento della tassa di € 80 intestata al Ministero degli Affari Esteri,
    • il certificato medico trasmesso dall'SMI.

    Fase 11: Rilevazione dei dati biometrici

    Nei giorni immediatamente successivi alla presentazione della domanda di permesso di soggiono, l'au pair riceverà per posta l'invito a presentarsi per rilevare i suoi dati biometrici. Gli verrà fatta una foto in formato tessera e gli saranno prese le impronte digitali. Questi dati saranno allegati al suo permesso di soggiorno. Inoltre la Direzione dell'Immigrazione comunicherà all'au pair la data in cui presentarsi per ritirare il suo permesso di soggiorno.

    Fase 12: Ritiro del permesso di soggiorno e ottenimento del certificato di residenza

    È necessario che l'au pair si presenti presso la Direzione dell'Immigrazione alla data indicata per ritirare il permesso di soggiorno. Quindi potrà recarsi presso il comune della famiglia ospitante e confermare la dichiarazione di arrivo. Il comune emetterà un certificato di residenza.

    Attenzione: Dal momento che la durata del soggiorno alla pari non può eccedere l'anno, l'au pair non potrà né rinnovare né cambiare categoria di permesso di soggiorno!

    Fase 13: Registrazione dell'au pair al CCSS (da parte della famiglia ospitante)

    La famiglia ospitante dovrà iscrivere l'au pair presso il CCSS (Centre commun de la Sécurité sociale) per stipulare una polizza assicurativa che lo copra durante tutto il soggiorno in caso di malattia o infortuni. La famiglia dovrà presentare al CCSS una dichiarazione d'ingresso. Quindi il CCSS invierà alla famiglia un attestato di iscrizione alla cassa mutua che dovrà essere trasmesso all'SNJ entro un mese dall'arrivo dell'au pair in Lussemburgo.
    Dal momento che la paghetta di un au pair non è assimilabile a un salario, i contributi per l'iscrizione al Servizio sanitario saranno integralmente a carico della famiglia ospitante.

    Soggiorno fino a 3 mesi

    Le procedure per diventare un au pair in Lussemburgo sono più snelle per un soggiorno di non oltre 3 mesi. Oltre al fascicolo da far approvare dall'SNJ (fase da 1 a 5), l'au pair dovrà solo richiedere il visto per un soggiorno di breve durata (fase 7), presentare la dichiarazione di arrivo (fase 8) e ricordare alla famiglia di registrarlo presso il CCSS (fase 13)

Link utili:

  • Guichet public: sito ufficiale dell'amministrazione pubblica lussemburghese
  • Accueil Aupair: sito istituzionale sul tema del collocamento alla pari gestito dal Servizio nazionale della gioventù
  • SNJ: sito ufficiale del Servizio nazionale della gioventù
  • Ministero degli Affari Esteri: quadro legale del collocamento alla pari in Lussemburgo
Lavoriamo costantemente per tenere aggiornate le informazioni sui paesi ospitanti, ma non siamo in grado di garantire che tutti i contenuti siano completi e corretti. Hai notato che mancano delle informazioni o che ci sono delle sviste? Faccelo sapere!
×

Accedi al tuo profilo su AuPairWorld