Procedure d'ingresso per au pair in Australia

Per poter lavorare come au pair in Australia, l'au pair avrà bisogno di un visto. All'interno di questa sezione scoprirà non solo quale richiedere ma anche come e dove presentare la domanda di visto.

Giovane donna all'aereoporto

Working Holiday Visa (Subclass 417)


Riservato agli au pair provenienti da: Belgio, Canada, Cipro, Corea del Sud, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Giappone, Hongkong, Irlanda, Italia, Malta, Norvegia, Paesi Bassi, Regno Unito, Svezia e Taiwan.

Work and Holiday Visa (Subclass 462)


Riservato agli au pair provenienti da: Argentina, Bangladesh, Cile, Cina, Ecuador, Grecia, Indonesia, Israele, Lussemburgo, Malesia, Perù, Polonia, Portogallo, San Marino, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Stati Uniti d'America, Tailandia, Turchia, Ungheria, Uruguay o Vietnam.

I cittadini provenienti dalla Nuova Zelandapossono entrare in Australia senza visto. Al loro ingresso riceveranno un Special Category Visa (SCV). Maggiori informazioni al riguardo sono disponibili sulla pagina dedicata alle domande frequenti dell'ambasciata australiana .


Come richiedere un visto per l'Australia

  • Visto Working Holiday (Subclass 417)

    Step 1: Verificare la validità del passaporto

    Per richiedere il visto Working Holiday è necessario possedere un passaporto in corso di validità. Il Department of Immigration and Citizenship consiglia una validità minima di 6 mesi a partire dalla data in cui viene presentata la richiesta.

    Step 2: Richiedere il visto Working Holiday

    Il visto ha una validità di 12 mesi. Se nel momento in cui richiede il visto l'au pair non si trova in Australia, la data a partire dalla quale sarà valido corrisponderà alla sua data di ingresso nel paese.

    Esistono diversi modi per richiedere il visto Working Holiday: per posta, personalmente oppure online.

    Richiesta per posta o di persona

    Le richieste scritte vanno indirizzate alla sede dell'ambasciata o del consolato australiano del paese dell'au pair. Affinché la richiesta venga presa in esame, bisognerà presentare il modulo per richiedere il visto Working Holiday (Formular 1150) debitamente compilato e una copia autenticata delle pagine del passaporto in cui figurano foto e dati personali. I cittadini di determinati paesi dovranno inoltre fornire i propri dati biometrici.

    Richiesta online

    Si potrà richiedere il visto Working Holiday anche online. È fondamentale fornire tutti i documenti necessari e pagare i costi relativi al visto tramite carta di credito.

    Una volta presentata la richiesta, essa verrà esaminata dalle autorità competenti. È possibile che in questa fase vengano richiesti ulteriori informazioni. Nel caso venga concesso il visto, l'au pair ne riceverà conferma per posta o via e-mail. È importante ricordarsi di portare sempre con sè tale notifica, in quanto in essa sono descritte le caratteristiche del visto.

    Il visto sarà legato elettronicamente al numero di passaporto indicato nel modulo di richiesta. Grazie al servizio online gratuito VEVO l'au pair potrà accedere al suo visto in ogni momento. Non avrà bisogno del relativo adesivo da apporre sul passaporto, a meno che il Department non ne faccia richiesta esplicita. In tal caso, si potrà richiedere l'adesivo in qualsiasi Departmental office.

    Dopo l'arrivo dell'au pair in Australia

    Gli au pair hanno bisogno di un "Working with Children Check" (estratto del casellario giudiziale), indipendentemente dal tipo di visa richiesto per l'ingresso in Australia. La terminologia cosÌ come le procedure necessarie possono cambiare a seconda della regione:

    Nella maggior parte dei casi, gli au pair possono lavorare durante il periodo di elaborazione della propria domanda, salvo rare eccezioni. Per ottenere maggiori informazioni a questo proposito, bisognerà dare un'occhiata ai siti internet precedentemente menzionati.

  • Visto Work and Holiday (Subclass 462)

    Attenzione: per determinati paesi viene messo a disposizione solo un numero limitato di visti Work and Holiday

    Step 1: Verificare la validità del passaporto

    Per richiedere un visto Work and Holiday, l'au pair avrà bisogno di un passaporto in corso di validità. Il Department of Immigration and Citizenship australiano consiglia una validità del passaporto di almeno sei mesi dal momento in cui viene presentata la richiesta di visto.

    Step 2: Richiedere il visto Work and Holiday

    Il visto Work and Holiday ha una validità di 12 mesi. Se al momento della richiesta l'au pair non si trova ancora in Australia, il suo periodo di validità inizierà solo una volta che sarà entrato nel paese.

    L'au pair compila il modulo per richiedere il visto Work and Holiday (Form 1208) in ogni sua parte. In questa fase occorre assicurarsi di essere in possesso di tutti gli altri documenti da presentare in allegato e che la quota per la presentazione della domanda venga pagata. I cittadini del Bangladesh e della Malesia hanno inoltre l'obbligo di fornire i propri dati biometrici.

    Il fascicolo di richiesta completo viene inviato per posta o via fax all'Australian Immigration Office (ufficio immigrazione australiano) del proprio paese o comunque del paese nel quale è stato rilasciato il passaporto. Tale ufficio informerà inoltre l'au pair qualora sussistano ulteriori requisiti necessari alla presentazione della domanda. Potrebbe comunque essere necessario consegnarla personalmente.

    I cittadini statunitensi possono presentare la loro richiesta presso qualsiasi sede estera dell'ufficio immigrazione australiano oppure richiedere il visto online.

    Le autorità confermeranno la sottoscrizione della domanda tramite il rilascio di una ricevuta. I tempi necessari all'elaborazione della domanda di visto sono consultabili online.

    Una volta che il visto sarà concesso, se ne riceverà la conferma per posta o via e-mail. È importante avere sempre a portata di mano tale notifica, in quanto in essa sono descritte le caratteristiche del visto. Il visto sarà legato elettronicamente al numero di passaporto indicato nel modulo di richiesta.

    Grazie al servizio online gratuito VEVO sarà possibile accedere al visto in ogni momento, pertanto si dovrà apporre il relativo adesivo sul passaporto solo se, al momento della conferma, il Department ne avrà fatto richiesta espressamente. In tal caso, lo si potrà richiedere in ogni Departmental Office australiano.

    Dopo l'arrivo dell'au pair in Australia

    Gli au pair hanno bisogno di un "Working with Children Check" (estratto del casellario giudiziale), indipendentemente dal tipo di visto richiesto per l'ingresso in Australia. La terminologia cosÌ come le procedure necessarie possono cambiare a seconda della regione:

    Nella maggior parte dei casi, gli au pair possono lavorare durante il periodo di elaborazione della propria domanda, salvo rare eccezioni. Per ottenere maggiori informazioni a questo proposito, bisognerà dare un'occhiata ai siti internet precedentemente menzionati.


Visto per studenti– Una possibile alternativa?

Il giovane alla pari viene da un altro paese. In tal caso potrebbe provare a richiedere un visto per studenti. Maggiori informazioni su questo tipo di visto sono consultabili sul sito del Department of Immigration and Citizenship australiano.

Lavoriamo costantemente per tenere aggiornate le informazioni sui paesi ospitanti, ma non siamo in grado di garantire che tutti i contenuti siano completi e corretti. Hai notato che mancano delle informazioni o che ci sono delle sviste? Faccelo sapere!
×

Accedi al tuo profilo su AuPairWorld