Il programma alla pari in Svezia



 Lavoro alla pari

Età: Tra i 18 ed i 30 anni compresi

Ore lavorative: L'au pair lavora per un massimo di 25 ore la settimana e non oltre 5 ore al giorno. La famiglia ospitante può richiedere che l'au pair svolga baby-sitting addizionale 1-2 volte la settimana.

Paghetta: Minimo 3.500 SEK lordi al mese

Spese del viaggio: Le spese del viaggio sono a carico dell'au pair. Se la famiglia ospitante desidera farsi carico di una parte delle spese, consigliamo di farlo solo dopo che l'au pair sia rimasto presso la famiglia per almeno la metà del tempo convenuto.

Condizioni preliminari: Lo scopo del soggiorno alla pari in Svezia è di ampliare le proprie conoscenze della lingua e cultura svedese nonché di acquisire esperienze a livello internazionale. I giovani che desiderano partire per un soggiorno alla pari in Svezia hanno tipicamente un interesse particolare verso l'apprendimento della lingua svedese e la frequenza di un corso di lingua e cultura svedese.

Durata del soggiorno: Il permesso di lavoro è concesso per 12 mesi al massimo e non può essere rinnovato.

Offerta d'impiego: La futura famiglia ospitante deve spedire un' offerta d'impiego all'au pair che preveda

  • non oltre 25 ore lavorative a settimana
  • la possibilità per l'au pair di frequentare corsi di lingua svedese durante il tempo libero disponibile (alla domanda per il permesso di lavoro va aggiunto un attestato d'iscrizione della scuola di lingua)
  • vitto e alloggio
  • una paghetta mensile di minimo 3.500 SEK lordi

L'offerta è necessaria affinché l'au pair possa richiedere un permesso di lavoro

Contratto: Secondo l'ufficio immigrazione svedese (migrationsverket), non esiste nessun contratto ufficiale per au pair o partecipanti al programma vacanze-lavoro. Una semplice offerta d'impiego che specifichi le condizioni del soggiorno alla pari sarà sufficiente (vedi sopra). L'ufficio di collocamento svedese mette a disposizione un contratto tipo.

Assicurazione: Gli au pair che rimangono in Svezia per un periodo limitato non hanno diritto alle stesse prestazioni mediche della popolazione residente. Gli au pair devono quindi informarsi prima della partenza su come garantirsi una copertura sanitaria e sugli infortuni durante il soggiorno in Svezia.

Corso di lingua: Il motivo principale di un soggiorno alla pari in Svezia è l'apprendimento della lingua svedese e l'ampliamento della conoscenza della cultura svedese. Per questo motivo la famiglia ospitante deve garantire all'au pair tempo libero sufficiente per poter seguire un corso di lingua. Alla domanda per il permesso di lavoro va allegato un attestato d'iscrizione a un corso di lingua svedese.

Per au pair provenienti da paesi UE o EFTA

Permesso di lavoro: I cittadini dei paesi UE o EFTA non hanno bisogno di un permesso di lavoro per lavorare in Svezia. Possono iniziare a svolgere attività lavorativa anche prime del rilascio del permesso di soggiorno. I cittadini dei Paesi del Nord Europa (Danimarca, Finlandia, Islanda e Norvegia) non hanno neanche bisogno di un permesso di lavoro.

Permesso di soggiorno: Gli au pair provenienti da paesi UE o EFTA necessitano solo del passaporto per entrare in Svezia. Se la durata del soggiorno non superare i 3 mesi non devono richiedere un permesso di soggiorno. Chi vuole soggiornare in Svezia oltre i 3 mesi deve richiedere un permesso di soggiorno. La richiesta può essere presentata anche dopo l'arrivo in Svezia. Per il rilascio del permesso di soggiorno sono necessari i seguenti documenti:

  • modulo di richiesta
  • fotocopia della carta d'identità o del passaporto in corso di validità
  • il certificato d'impiego rilasciato e firmato dal datore di lavoro (vedi il paragrafo "Certificato d'impiego" più sotto)
  • attestato d'iscrizione a un corso di lingua svedese

La richiesta del permesso di soggiorno è gratuita. I cittadini dei paesi del Nord Europa (Danimarca, Finlandia, Islanda e Norvegia) non hanno bisogno né di un permesso di lavoro né di un permesso di soggiorno.

Una volta i documenti ricevuti, la domanda sarà inoltrata all'ufficio immigrazione (migrationsverket). Il passaporto dell'au pair sarà trattenuto al Consolato Generale finché una decisione non sarà stata presa. Il permesso di soggiorno - qualora accordato - verrà apposto sul passaporto e spedito all'au pair.

Certificato d'impiego: È necessario per richiedere il permesso di soggiorno. Il certificato deve essere compilato e firmato dalla famiglia ospitante e deve contenere le informazioni seguenti:

  • nome, cognome, l'indirizzo e numero di telefono della famiglia ospitante
  • numero di ore lavorative settimanali
  • descrizione delle mansioni dell'au pair e dei suoi diritti e doveri

Per au pair da paesi extra UE

Permesso di lavoro: Gli au pair provenienti da paesi extra UE hanno bisogno di un permesso di lavoro che viene apposto nel passaporto sotto forma di sticker prima di entrare in Svezia. Gli au pair devono assicurarsi che il loro passaporto resti valido per tutte la durata del soggiorno in Svezia. La validità del permesso di lavoro non può andare oltre la validità del passaporto

Per richiedere permesso di lavoro sono necessari i seguenti documenti:

  • offerta d'impiego della famiglia ospitate in duplice copia che preveda (1) massimo 25 ore lavorative la settimana, (2) la possibilità seguire corsi di lingua svedese durante il tempo libero (alla domanda va allegata lettera di ammissione alla scuola di lingua), (3) vitto ed alloggio gratuiti e (4) una paghetta mensile di minimo 3.500 corone svedesi lorde
  • modulo di richiesta compilato, datato e firmato dall'au pair, in duplice copia
  • passaporto nazionale in corso di validità o altro titolo di viaggio in corso di validità (i cittadini statunitensi hanno bisogno di una US Alien Registration Card in corso di validità o di visto tipo A, E, F, G, H, I, J, K, L, O o R) 
  • 2 foto formato tessera

Il permesso di lavoro è valido per 12 mesi e non può essere rinnovato.

Tempistiche: Il rilascio dell'autorizzazione al lavoro può richiedere fino a 2 - 3 mesi.

Permesso di soggiorno: Gli au pair provenienti da paesi extra UE che desiderano soggiornare in Svezia per oltre 3 mesi devono richiedere un permesso di soggiorno. Tale permesso va richiesto e incollato nel passaporto dell'au pair prima che arrivi in Svezia. L'au pair deve presentare domanda presso le sedi diplomatiche svedesi del suo paese di origine. L'ambasciata, il consolato svedese o l'ufficio immigrazione (migrationsverket) valuterà se il permesso di soggiorno sarà accordato o meno. La richiesta di un permesso di soggiorno è gratuita. 

Alcune ambasciate richiedono che l'au pair fornisca un certificato di esistenza in vita (personbevis) della sua futura famiglia ospitante. La richiesta del certificato va presentata dalla famiglia ospitante presso l'agenzia delle entrate svedese (Skatteverket).

Certificato d'impiego: È necessario per richiedere il permesso di soggiorno. Il certificato deve essere rilasciato e firmato dalla famiglia ospitante. Tale certificato precisa

  • nome, cognome, indirizzo e numero di telefono della famiglia ospitante
  • numero di ore lavorative a settimana
  • descrizione delle mansioni dell'au pair e suoi diritti e doveri

Una volta i documenti ricevuti, la domanda sarà inoltrata all'ufficio immigrazione (migrationsverket). Il passaporto dell'au pair sarà trattenuto al Consolato Generale finché una decisione non sia stata presa. il permesso di soggiorno - qualora accordato - viene apposto sul passaporto e spedito all'au pair.

Accordo di Schengen: La Svezia ha firmato l'Accordo di Schengen. I cittadini in possesso di un permesso di soggiorno svedese valido possono viaggiare in tutta l'area Schengen per una durata limitata di 3 mesi senza dover richiedere un visto. Per poter godere di tale diritto, l'au pair da paesi extra UE dovrà essere in possesso di un passaporto valido che dimostri la sua identità. L'accordo di Schengen interessa gli stati seguenti: Austria, Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Islanda, Italia, Lussemburgo, Norvegia, Paesi Bassi, Portogallo, Spagna e Svezia.

Moduli:

Ulteriori informazioni in lingua inglese:

Vacanze-lavoro

La Svezia ha firmato con l'Australia e la Nuova Zelanda accordi bilaterali di vacanze-lavoro. Tali accordi permettono ai cittadini svedesi di andare in Australia e Nuova Zelanda e ad australiani e neozelandesi di venire in Svezia nell'ambito del programma di vacanze-lavoro.

Età: Fra i 18 ed i 30 anni

Ore lavorative: I partecipanti al programma vacanze-lavoro lavorano per massimo 25 ore la settimana e per non oltre 5 ore al giorno. La famiglia ospitante può richiedere baby-sitting addizionale 1-2 volte la settimana. 

Paghetta: Minimo 3.500 SEK lordi al mese

Spese del viaggio: Le spese del viaggio di andata e ritorno sono a carico dell'au pair. Se la famiglia ospitante desidera farsi carico di una parte delle spese, consigliamo di farlo dopo che l'au pair è rimasto presso la famiglia per almeno la metà del tempo convenuto.

Condizioni preliminari

  • il motivo principale del soggiorno in Svezia deve essere una vacanza
  • chi vuole partecipare al programma di vacanze-lavoro deve aver un passaporto in corso di validità
  • l'au pair deve disporre di mezzi finanziari sufficienti per mantenersi durante i primi 3 mesi del soggiorno (almeno 15.000 corone svedesi)
  • Australiani e Neozelandesi devono disporre di un'assicurazione sanitaria
  • l'au pair deve aver un biglietto di ritorno o dimostrare di disporre di mezzi finanziari sufficenti per acquistarne uno

Durata del soggiorno: Il permesso di lavoro è concesso per 12 mesi al massimo e non può essere rinnovato.

Visto vacanze-lavoro: Il visto vacanze-lavoro può esser concesso una sola volta nella vita. Il visto può essere richiesto presso l'ambasciata o consolato svedese nel paese d'origine dell'au pair. La domanda va presentata almeno 6 settimane prima dell'inizio del soggiorno. Il visto deve essere apposto nel passaporto prima dell'ingresso in Svezia.

Tasse amministrative: La domanda per il visto costa 1.000 corone svedesi. In caso di mancato rilascio del visto, le tasse non saranno rimborsate.

Assicurazione: I partecipanti al programma vacanze-lavoro che soggiornano in Svezia per un periodo limitato non hanno diritto alle stesse prestazioni sanitarie della popolazione residente. Gli au pair dovranno quindi assicurarsi di disporre di una polizza sanitaria e infortuni che li copra per l'intera durata del soggiorno in Svezia.

Corso di lingua: La famiglia ospitante deve garantire all'au pair tempo sufficiente per frequentare un corso di lingua. Alla domanda per il permesso di lavoro va allegato un attestato d'iscrizione a un corso di lingua svedese.

Permesso di lavoro: I partecipanti al programma vacanze-lavoro sono autorizzati a lavorare per mantenersi in Svezia. Per questo sarà loro accordato un permesso di lavoro. Il lavoro svolto deve essere di natura temporanea. L'au pair può richiedere il permesso di lavoro subito dopo il suo arrivo in Svezia. 

Attenzione: I partecipanti al programma vacanze-lavoro devono assicurarsi che il loro passaporto sia valido per tutta la durata del soggiorno in Svezia. La validità del permesso di lavoro non può andare oltre la validità del passaporto.

I partecipanti al programma Vacanze-Lavoro devono presentare i seguenti documenti per il rilascio di un permesso di lavoro:

  • modulo di domanda compilato, datato e firmato, in duplice copia
  • passaporto nazionale in corso di validità o altro titolo di viaggio (I cittadini statunitensi hanno bisogno di una US Alien Registration Card in corso di validità o di un visto del tipo A, E, F, G, H, I, J, K, L, O o R)
  • 2 foto in formato tessera

Moduli:

Consulta anche la lista dei consolati e delle ambasciate svedesi per sapere dove presentare la domanda nel tuo paese di residenza.

Ulteriori informazioni in lingua inglese:

Lavoriamo costantemente per tenere aggiornate le informazioni sui paesi ospitanti, ma non siamo in grado di garantire che tutti i contenuti siano completi e corretti. Hai notato che mancano delle informazioni o che ci sono delle sviste? Faccelo sapere!

×
Scegli una lingua, per favore!
×

Accedi a AuPairWorld

Hai dimenticato la password? Clicca qui!

×

Domanda di sicurezza

Se doveste dimenticare la vostra password, dovrete rispondere correttamente a una domanda di sicurezza. Solo così potrete creare una nuova password e accedere nuovamente al vostro profilo. Selezionate ora una domanda di sicurezza e inserite la risposta corrispondente.