Nostalgia di casa: i consigli dell'au pair Monika

Domanda della settimana (6 giugno 2011). Questa volta la nostra domanda è in realtà una risposta, ovvero la risposta dell'au pair Monika alla nostra domanda della settimana del 4 aprile 2011. Vi avevamo chiesto di raccontarci se avevate mai avuto nostalgia di casa. Monika conosce bene questo sentimento e, proprio per questa ragione, è in grado di dare consigli preziosi a tutti gli au pair e a tutte le famiglie che si trovano ad affrontare questo problema.      

, in Archivio

Per due anni, durante le vacanze estive, ho lavorato come ragazza alla pari in Irlanda e so che, trascorse le prime 6 settimane, inizio a sentire nostalgia di casa. Nel tempo, però, ho imparato a gestire questo mio sentimento grazie a qualche "trucco" che spero possa essere d'aiuto anche a voi.

I miei consigli per i giovani au pair:

  • Se avete nostalgia di casa, la cosa migliore da fare è uscire con altri ragazzi alla pari.
  • Se non conoscete ancora nessuno al di fuori della vostra famiglia ospitante, ricordatevi che questi legami sono molto importanti, specialmente quando avete bisogno di parlare con qualcuno che vi capisca e che magari abbia avuto i vostri stessi problemi.
  • Se vi capitasse di avere un'improvviso attacco di nostalgia, vi consiglio di non chiamare né i vostri genitori né i vostri amici - meglio aspettare di essere un po' più tranquilli.
  • Crearsi una nuova routine potrebbe aiutare. Così sarate in grado di organizzare al meglio il vostro tempo libero e avere tempo per rilassarvi.
  • La vita quotidiana con i bambini è un po' noiosa? In questi casi può essere utile fare qualcosa di diverso insieme a loro, come ad esempio organizzate un pic-nic o andare allo zoo. Vedrete che i bambini si divertiranno e che vi rimarranno dei bellissimi ricordi.
  • Arredate la nuova stanza secondo i vostri gusti. L'au pair che era venuto prima di me, ad esempio, aveva appeso una mappa dell'Irlanda sulla quale aveva poi evidenziato tutti i posti in cui era stato.

Anche le famiglie ospitanti possono aiutare l'au pair a vincere la nostalgia. Qualche consiglio:

  • Fate una tabella nella quale siano inclusi gli orari di lavoro del vostro au pair. Preparate anche una lista con i compiti che l'au pair dovrà svolgere la settimana successiva. Un elenco dettagliato può essere davvero molto utile all'au pair. Perché? Perché è molto più facile sopportare un bambino che fa i capricci, sapendo che più tardi ci si potrà vedere con i propri amici.
  • Aiutate il vostro au pair a fare amicizia con altri ragazzi alla pari. A volte aiuta sapere che c'è qualcuno che si trova nella vostra stessa situazione. In un attimo, anche i problemi che più insormontabili, spariranno con una risata.
  • Lasciate all'au pair due o tre giorni liberi consecutivi per viaggiare e avere la possibilità di vedere posti nuovi.
  • La cosa migliore sarebbe proprio quella di incoraggiare l'au pair a viaggiare, magari insieme ai suoi amici.

Volete saperne di più sul soggiorno di Monika? Potete leggere la sua storia nella sezione dedicata alle vostre Testimonianze.

×

Accedi al tuo profilo su AuPairWorld