Il programma alla pari in Islanda



Età: fra i 18 e 25 anni

Ore lavorative: 30 ore alla settimana e babysitting addizionale (1 a 3 volte alla settimana). Le ore di baby-sitting sono pagate a parte.

Paghetta: 15.000 corone islandesi (IKR) alla settimana

Durata del soggiorno: Il permesso al soggiorno alla pari è rilasciato per una darata massima di 12 mesi e non è rinnovabile.

Tempo libero: L'au pair ha diritto a un giorno libero alla settimana. Almeno un week-end al mese è libero.

Ferie: Per ogni 6 mesi d'impiego presso la famiglia, l'au pair riceve una settimana di ferie. È possibile trascorrere le ferie presso la famiglia ospitante o altrove.

Spese del viaggio: Secondo le leggi in vigore in Islanda, l'au pair e la famiglia ospitante devono mettersi d'accordo su chi deve sostenere i costi del viaggio e in che misura. La famiglia può scegliere di farsene carico totalmente o solo in parte, in ogni caso dovrebbe comunque coprire almeno la metà delle spese di viaggio. Se il contratto termina anticipatamente rispetto a quanto inizialmente previsto, ci sono determinate prassi da seguire a seconda di chi e secondo quali modalità è stato interrotto. Raccomandiamo alla famiglia di rimborsare le spese di viaggio solo dopo l'arrivo dell'au pair in Islanda.

Conoscenze di lingua: Se l'au pair non parla islandese dovrebbe aver un buon livello d'inglese.

Corso di lingua: La famiglia ospitante deve far sì che le ore di lavoro dell'au pair siano ripartite in modo da permettere all' au pair di frequentare un corso di lingua. Le spese del corso saranno a carico dell' au pair.

Assicurazione malattia: Gli au pair provenienti dai stati non appartenenti al SEE sono tenuti a stipulare un' assicurazione malattia con una copertura minima di 2.000.000 corone islandesi (IKR) presso una compagnia d'assicurazioni riconosciuta in Islanda.
I ragazzi au pair  provenienti dai stati membri del  SEE dovrebbero informarsi se la copertura della loro assicurazione malattia si estende anche all' Islanda. Se questo non è il caso, i ragazzi au pair  provenienti dai stati  membri del SEE dovranno stipulare un' assicurazione malattia privata.

Contratto au pair: Il contratto au pair è ottenibile esclusivamente presso l'ufficio stranieri islandese Utlendingastofnun (UTL) nonché presso l'Ufficio del Lavoro islandese.

Queste indicazioni sono basate sull'informativa ufficiale rilasciata dalla Direzione centrale dell'Immigrazione per il soggiorno alla pari.

Disposizioni concernenti l'entrata

Per gli au pair provenienti dai stati Membri SEE

Gli au pair provenienti dalla Danimarca, Finlandia, Norvegia e Svezia non hanno bisogno di un permesso di soggiorno.

Gli au pair provenienti da tutti gli altri stati membri della SEE che desiderano soggiornare in Islanda fino a 3 mesi sono esenti del permesso di soggiorno. I ragazzi alla pari provenienti dalla Bulgaria e dalla Romania che desiderano soggiornare in Islanda oltre i 3 mesi devono richiedere un permesso di soggiorno per motivi di lavoro dopo il loro arrivo in Islanda. Il permesso di soggiorno va richiesto presso ufficio stranieri islandese Utlendingastofnun (UTL).
 

Gli au pair provenienti da uno stato membro della SEE tranne la Danimarca, la Finlandia, la Norvegia, la Svezia, la Romania e la Bulgaria che desiderano soggiornare in Islanda per più di 3 mesi devono registrare la loro residenza presso Þjóðskrá, Borgartún 24 a Reykjavík. 

Per gli au pair provenienti dai stati non-SEE

Gli au pair provenienti dai stati non-SEE sono obbligati a richiedere un permesso temporaneo per il soggiorno alla pari. Se l'au pair che fa domanda non ha bisogno di un visto, è autorizzato a richiedere tale permesso anche se si trova già in Islanda. Se l'au pair che fa domanda ha bisogno di un visto, è necessario che lui/lei non stia ancora soggiornando in Islanda né al momento dell'invio della domanda né per tutto il tempo in cui essa verrà esaminata. L'au pair deve consegnare questi documenti:

  • un modulo di domanda per il permesso per il soggiorno alla pari, compilato
  • una foto tessera (formato 35mm x 45mm) va aggiunto alla richiesta
  • una fotocopia del passaporto del richiedente. Il passaporto deve essere valido 3 mesi oltre la data del ritorno previsto della persona au pair al suo paese di provenienza
  • un certificato di buona condotta recente che non deve essere stato rilasciato più di 6 mesi prima della data in cui si fa domanda per il permesso au pair
  • un' assicurazione malattia con una copertura minima di 2.000.000 IKR stipulato presso una compagnia d'assicurazioni riconosciuta in Islanda.
    I ragazzi au pair  provenienti dai stati membri del  SEE dovrebbero informarsi se la copertura della loro assicurazione malattia si estende anche all' Islanda. Se questo non è il caso, i ragazzi au pair  provenienti dai stati  membri del SEE dovranno stipulare un' assicurazione malattia privata.
  • Autorizzazione: Il richiedente può autorizzare una persona residente in Islanda ad accogliere informazioni al riguardo dello stato del esame della domanda
  • un contratto di collocamento alla pari stipulato per iscritto. Il contratto au pair è ottenibile esclusivamente presso l'ufficio stranieri islandese Utlendingastofnun (UTL) nonché presso l'Ufficio del Lavoro islandese. Dopo di che la domanda sia stata accolta, l'au pair si deve recare all'ambasciata islandese più vicina competente in materia dove gli sarà accordato il cosiddetto visto tipo D.

Dopo il suo arrivo in Islanda, l'au pair si deve iscrivere al ufficio di registrazione Þjóðskrá e consegnare un attestato di buona salute all' ufficio stranieri islandese Utlendingastofnun (UTL).

Lavoriamo costantemente per tenere aggiornate le informazioni sui paesi ospitanti, ma non siamo in grado di garantire che tutti i contenuti siano completi e corretti. Hai notato che mancano delle informazioni o che ci sono delle sviste? Faccelo sapere!

CondividiCondividiCondividiCondividi
×
Scegli una lingua, per favore!

Accedi a AuPairWorld

×

Domanda di sicurezza

Se doveste dimenticare la vostra password, dovrete rispondere correttamente a una domanda di sicurezza. Solo così potrete creare una nuova password e accedere nuovamente al vostro profilo. Selezionate ora una domanda di sicurezza e inserite la risposta corrispondente.