La paghetta nei vari paesi



Parole chiave:CompensoPaghetta (pocket money)

In cambio del loro aiuto, oltre a vitto e alloggio, gli au pair ricevono una paghetta (pocket money). L'importo della paghetta varia a seconda del paese ospitante e dell'orario di lavoro. In alcune nazioni esistono delle leggi specifiche al riguardo, in altre vale la regola del buon senso o dell'accordo tra au pair e famiglia ospitante.

Nota: non bisogna considerare il soggiorno alla pari come un lavoro; si tratta più che altro di uno scambio culturale. Per questa ragione, nella maggior parte dei paesi ospitanti, i giovani alla pari non sono dei dipendenti, ma dei veri e propri membri della famiglia. Gli au pair non ricevono quindi uno stipendio, ma una paghetta. Per maggiori informazioni, consulta la nostra idea di collocamento alla pari.

Panoramica per paese:
Australia 200 - 250 dollari australiani alla settimana
Austria 438,05 euro lordi al mese
Belgio 450 euro al mese
Canada circa 330 dollari canadesi alla settimana (il salario minimo cambia in ogni regione; consulta la pagina dedicata al Canada per maggiori informazioni)
Danimarca 4.000 corone danesi al mese
Finlandia 280 euro netti al mese minimo
Francia 265,50 - 318,60 euro al mese
Germania 260 euro al mese
Inghilterra (Regno Unito) 80 - 85 sterline britanniche alla settimana
Irlanda salario minimo (per maggiori informazioni, vai alla pagina dedicata all'Irlanda)
Islanda 10 000 corone islandesi alla settimana
Italia 250 - 300 euro al mese
Lussemburgo Tra i 480 e i 500 euro al mese
Norvegia 5.000 corone norvegesi al mese
Nuova Zelanda 170 - 230 dollari neozelandesi alla settimana
Paesi Bassi 300 ai 340 euro al mese massimo 
Spagna 70 euro alla settimana minimo
Stati Uniti 195,75 dollari alla settimana
Sudafrica 1.500 - 3.000 rand sudafricani al mese
Svezia 3500 corone svedesi al mese
Svizzera Tra i 500 e i 750 franchi svizzeri netti al mese in base al cantone
Paghetta - FAQ
  •  Vorrei sapere se la paghetta si riceve settimanalmente o alla fine del mese?
    Elodie, Francia

    In molti paesi la paghetta viene consegnata alla fine del mese. In Gran Bretagna gli au pair la ricevono di norma alla fine della settimana. Consigliamo di fare lo stesso anche negli altri paesi, vale a dire anche in quei paesi in cui gli importi sono indicati mensilmente.
    Link utili: La paghetta in Gran Bretagna

  •  Ciao, gli au pair sono soggetti al pagamento di qualche imposta? La paghetta ha delle trattenute? Le famiglie ospitanti ci aiutano da questo punto di vista?
    Melissa da Ontario, Canada

    Che la paghetta sia soggetta o meno alle imposte, dipende dal paese ospitante. Abbiamo fatto qualche ricerca e verificato che la paghetta degli au pair è soggetta a tassazione in Australia, Danimarca, Finlandia, Nuova Zelanda, Norvegia e Svizzera. In Germania e Italia e potrebbe insorgere l'obbligo di pagare delle tasse in base all'ammontare della paghetta stessa. Ti consigliamo dunque di parlarne più nel dettaglio con la tua famiglia ospitante. In caso di dubbio sarà utile rivolgersi a un esperto del settore.

  • La paghetta è parte del mio salario?
    Caren dal Kenya, Africa

    Un soggiorno alla pari non è un lavoro! Proprio per questo gli au pair non ricevono alcun tipo di stipendio, bensì una paghetta. Nel caso in cui qualchuno ti offra uno stipendio, dovrai muoverti con molta cautela, perché con molta probabilità potrebbe trattarsi di una truffa. Rifletti anche su questo: la normale paghetta che si riceve in Europa è sufficiente a permettere di mantenere solo te, per cui non puoi pensare di riuscire ad aiutare anche i tuoi famigliari con la paghetta.  
    Link utili: Non inviare mai del denaro a nessuno!, L'au pair è un membro della famiglia, non un dipendente

  • Ci sono altri costi che la famiglia dovrebbe assumersi? 
    Anne-Gaëlle, Francia

    Per l'intera durata del proprio soggiorno, l'au pair riceve dalla famiglia ospitante vitto e alloggio gratuiti. Lo stesso varrà anche in caso di malattia e durante il periodo di ferie dell'au pair. Dei costi di andata e ritorno, così come delle spese per la richiesta del visto se ne occupa di solito l'au pair. La famiglia ospitante si assume invece i costi relativi all'assicurazione au pair. Anche del costo del corso di lingua se ne occupa in genere l'au pair.

CondividiCondividiCondividiCondividi
×
Scegli una lingua, per favore!

Accedi a AuPairWorld

×

Domanda di sicurezza

Se doveste dimenticare la vostra password, dovrete rispondere correttamente a una domanda di sicurezza. Solo così potrete creare una nuova password e accedere nuovamente al vostro profilo. Selezionate ora una domanda di sicurezza e inserite la risposta corrispondente.