Un'esperienza indimenticabile per tutta la famiglia!

Mamma Sara dall'Italia ci racconta del forte rapporto di complicità nato tra la summer au pair Laura e le sue bambine e dei bei momenti trascorsi insieme nel corso del loro breve ma intenso soggiorno alla pari.



Host family Ceppi with summer au pair Laura

Sono stata colpita dalla sua serenità, calma e maturità!

Abbiamo iniziato le ricerche per una ragazza alla pari in primavera perché si occupasse delle nostre bimbe di 7 e 10 anni nei mesi estivi. Dopo una lunga ricerca ho conosciuto Laura, la quale era già in Italia come studentessa Erasmus, parlava italiano e perfettamente inglese (infatti, un altro motivo per cui desideravamo una ragazza alla pari era quello di dare ai miei figli la possibilità di praticare la lingua inglese). Sono stata subito colpita dalla sua serenità, calma e maturità e dopo alcuni giorni era già a casa nostra per affrontare 2 mesi e mezzo con noi.

Le mie bambine hanno acquisito una sorella maggiore davvero speciale!

Ho cercato di pianificare tutto, ho scritto cosa potevano fare in mia assenza, i luoghi da visitare, dove era il parco, il panettiere, ecc...Tutto tempo sprecato! Laura, infatti, era più brava dei miei "programmi". Quando si occupava di loro, le bambine hanno trascorso giornate intense, dolci, serene ed erano molto contente di giocare a pallone, fare piccoli lavoretti (come i braccialetti), fare piccole lezioni come a scuola, migliorando al tempo stesso il loro inglese.

Al pomeriggio al mio rientro, quando era possibile, andavamo in piscina a visitare la nostra bellissima zona (laghi, montagne, paesini storici) e anche Laura era contenta dell'opportunità di scoprire posti nuovi.
A volte mi rapportavo a Laura come se fosse una sorella più giovane per me o una figlia grande e lei è sempre stata molto dolce e affidabile nei miei confronti. È stata dura lasciarla andare via alla fine dei 2 mesi e mezzo! Ci mancava tanto, siamo stati tristi per un po' e riguardavamo le foto dei bei momenti passati insieme con tanta malinconia. Ci sentiamo ancora via whatsapp e ultimamente è passata a trovarci ed è stato come se fossero passati pochi giorni dalla sua partenza e non dei mesi. È diventata in via definitiva un membro della nostra famiglia. Non possiamo che ringraziare Laura e augurarle tanta fortuna per il futuro!

Una piccola perla di saggezza per le future famiglie ospitanti

Il consiglio che posso dare alle famiglie ospitanti è quello di utilizzare tutti i mezzi possibili (whatsapp /skype / email) per conoscersi bene, telefonarsi, videochiamarsi e ricevere foto che possano "spiegare" al meglio la persona che si occuperà dei vostri figli.
 

Log in to AuPairWorld

×

Security question

If you forget your password, you must answer a security question correctly. Only then will it be possible to reset your password and regain access to your profile. Please select a question now and enter an answer for it.

  Cancel